domenica 28 dicembre 2014

Disfida nr. 13: Ho scelto di dirtelo di Giada Ann Grey

Link Acquisto Amazon

Link Acquisto epub


Titolo opera: Ho scelto di dirtelo

Autore:Giada Ann Grey

Formato: ebook e cartaceo

Genere: erotismo

Prezzo: 5,92 euro ebook/14,98 euro cartaceo

Sinossi: 

Le confessioni indicibili di un amico. Tutto vero, scandalosamente vero. Perversioni, pulsioni e intrighi si susseguono in una Genova che pare toccarla, mentre i suoi ineguagliabili suoni e colori turbano e affascinano. Una storia di sesso come poche mai scritte dalla narrativa italiana.

domenica 14 dicembre 2014

Ebook: IT di Stephen King

Link Acquisto Amazon
Link Acquisto Epub 



Da molto attendevo di leggermi uno dei romanzi più osannati di King, ma le 1.400 pagine di cui si compone, me lo avevano sempre fatto mettere da parte “per tempi migliori”.
Alla fine mi sono fatto coraggio.
Anche se datato IT si è rivelato un ottimo lavoro, forte soprattutto dell’abilità di King di riuscire a rendere interessanti grazie al potere della parola anche le scene meno carismatiche.
Un dono che ha l’autore, almeno per quel che mi riguarda, è quello di scrivere con naturalezza rendendoli credibili personaggi di ogni età.


venerdì 5 dicembre 2014

Disfida nr. 12: Non tutti i principi nascono azzurri di Andrea Gatti

Link Acquisto Amazon
Link Acquisto epub



Titolo opera: Non tutti i principi nascono azzurri
Autore: Andrea Gatti
Formato: ebook (Epub / Mobi)
Genere: Avventura / Umoristico / Fantasy
Prezzo: 2,99€

Sinossi:

Layne Cantrell non è un principe azzurro.

Per uno scherzo del destino, però, è nato nel Regno Capitale, patria dei principi azzurri, e come se non bastasse la sua famiglia l’ha praticamente inventata la professione, molti anni or sono: Arcival Cantrell, il primo paladino, colui che salvò il regno dai pirati, colui che sconfisse il drago, colui che… bla bla bla.
Ci sono così tante leggende sul suo conto che in ognuna ha i capelli di un colore diverso e la sua principessa non ha mai lo stesso nome.

giovedì 27 novembre 2014

PC Games: Recensione Endless Legend

Link Acquisto Amazon



Endless Legend è un gioco per PC strategico a turni in stile fantasy. Un fantasy particolare, privo delle classiche razze, ma dotato di un background solido e che per ognuna delle otto stirpi presenti, e giocabili, sarà svelato mano a mano grazie alle missioni assegnate all’eroe di turno.
La cosa che più mi entusiasma è la veridicità del titolo: endless legend, leggenda senza fine, sì perché il bello del gioco è l’immensità del mondo che si potrà decidere di creare.
La mappa di gioco, i parametri della quale si possono pianificare con dovizia di particolari, potrà essere veramente immensa, per dar origine a imperi “globali” di dimensioni gargantuesche e capaci di stuzzicare gli strateghi più incalliti con pianificazioni su larga scala dalla complessità titanica.
Sarà possibile non solo stabilire la grandezza di quello che diverrà il teatro delle conquiste del nostro impero, ma la stessa orografia del globo terracqueo. Il numero di continenti, di isole, fiumi, catene montuose e quant’altro, compresa la durata e rigidità degli inverni, che avranno impatti devastanti sull’economia e sulle manovre dei nostri eserciti.
Questo aspetto e il fatto che le otto razze fra le quali scegliere, oltre alle infinite razze minori da soggiogare/cooptare/ingaggiare/sfruttare, presentano caratteristiche effettivamente diverse le une dalle altre.


Si avrà quindi la possibilità di implementare tattiche e strategie, sia militari/espansionistiche, che di gestione delle risorse, diametralmente opposte.

domenica 23 novembre 2014

Disfida nr. 11: Bruciate lentamente di Fabio Casto

Link Acquisto Amazon





Titolo: Bruciate lentamente
Autore: Fabio Casto
Formato: ebook e cartaceo
Genere: humour, fantascienza
Prezzo: ebook 1,85 cartaceo 9,58
Lingue/edizioni disponibili: due, italiano e inglese


Sinossi: 

Pac è un diserbante dell'economia, un promotore finanziario che viene inviato presso quelle realtà microeconomiche apparentemente innocue ma considerate potenzialmente ostili agli interessi del mercato globale, col compito di estirparle proponendo ogni sorta di truffa capace di soffocarle dai debiti o assoggettarne il controllo.

sabato 15 novembre 2014

Libro: I cacciatori di Ossa di Steven Erikson (Parte I°) - La Caduta di Malazan (vol 6°)

Link Acquisto Amazon (parte I)
Link Acquisto Amazon (parte II)



Sinossi:
La rivolta di Sette Città è stata soffocata. Rimane un'ultima forza ribelle, barricata nella città di Y'Gathan sotto il comando fanatico di Leoman delle Fruste. La prospettiva di stringere d'assedio quest'antica fortezza riempie d'inquietudine il Quattordicesimo Esercito, già provato dalle battaglie. Perché qui è stato ucciso il più grande campione dell'impero, qui il sangue Malazan è sgorgato a fiotti. È un luogo di cattivi presagi, che emana l'odore della morte. Ma questo è soltanto un corollario. Agenti di un conflitto molto più vasto hanno compiuto la prima mossa. Il Dio Storpio ha conquistato un posto nel pantheon: uno scisma si pirofila all'orizzonte. È tempo per gli dei di schierarsi. Ma, quale che sia la loro decisione, le regole sono cambiate, in modo irreversibile, terrificante... e il primo sangue sarà sparso nel mondo dei mortali...


Commento:
Quella della “Caduta di Malazan” (che in realtà tradotto correttamente mi dicono sarebbe “Il Libro Malazan del Caduto”) di Steven Erikson credo sia la serie fantasy più sottovalutata, almeno in Italia, di tutti i tempi. Un vero peccato, anzi, direi una colpa grave. Certo le pessime copertine dell’Armenia non invogliano, ma dannazione, chiudiamo gli occhi e partiamo direttamente col testo. Non ce ne pentiremo!
Inutile nasconderlo: Erikson è il mio autore preferito. Sotto tutti i punti di vista, primo fra tutti la sua fantasia sfrenata. Ineguagliabile. Quando non mi sento ispirato e non riesco più a scrivere, mi rifugio spesso fra le pagine dei suoi libri. Bastano pochi paragrafi perché l’epica che traspira dai suoi romanzi mi rimetta in carreggiata.
Due sono le cose che maggiormente colpiscono nei romanzi di Erikson e che lo elevano a mio avviso nell’olimpo dei migliori scrittori fantasy di tutti i tempi:
  • La grandezza della sua visione nel ricreare un mondo fantastico ricco sotto ogni aspetto. Fantasia sfrenata imbrigliata in un equilibrio capace di renderla sempre credibile, originando un universo cupa e razionale, nonostante la meraviglia e il divino siano sempre presenti.
  • La qualità dei dialoghi. Ogni frase pronunciata dai personaggi è un opera d’arte in sé. Mai scontate, sempre dense di sottesi che costringono il lettore a non abbassare mai la guardia, spesso ironiche e cariche di significati. Sono il mezzo che Erikson utilizza per dare corpo ai propri personaggi, riuscendo a dar loro spessore e personalità affascinanti.
Un lavoro eccezionale quello di Erikson. Una cosmologia varia e densa di misteri, che si svelano mano a mano, ma spalancano sempre nuove porte. Intendiamoci, non avendo visto ancora la conclusione della saga c’è il rischio che questa costruzione letteraria dai connotati pantagruelici possa crollare e sfuggire di mano all’autore, ma ritengo che sia un rischio marginale, avendo apprezzato la brillantezza dell’autore, capace di creare scene memorabili come nessun altro. E anche se il finale non dovesse essere all’altezza, il cammino intercorso sarà di per sé valso ad arricchirci fornendoci scene e immagini leggendarie.
Se volete scoprire i romanzi precedenti di questo eccezionale autore vi rimando al blog tenuto da un mio vecchio amico, Unexist, anche lui rimasto folgorato dalle doti dell’autore, al punto da dedicargli il primo blog italico.
Io vi presento invece questo “I Cacciatori d’Ossa”, prima parte, poiché, al solito, anche l’Armenia si è divertita a spezzare il volume originario in due per raddoppiare i ricavi (da notare pure la copertina rimasta la stessa, con sfondi di colore diversi… che tristezza…).
Come negli episodi precedenti anche questo gronda epicità allo stato puro. L’autore è abile a gestire il susseguirsi di scene con continui cambi di punti di vista, presentandoci l’infinita serie di personaggi che abbiamo imparato a conoscere ed apprezzare nel corso della saga. Personaggi dei quali ogni lettore ha a questo punto una propria idea, perché l’autore non si sbilancia mai in giudizi e ognuna delle sue creature è ambivalente. Non esistono buoni e cattivi, almeno non nel senso classico. E questo è un pregio a mio avviso impagabile, perché nella complessità degli eventi contribuisce a rendere il tutto ancor più imprevedibile.
La cosmogonia creata da Erikson si sta mano a mano disvelando, ma anche in questo romanzo il cuore della narrazione viene affidato a un luogo: la città di Y'Gathan col suo drammatico passato ricco di eventi infausti per i soldati Malazan.
Non è la prima volta che Erikson dona “un’anima” a luoghi o eventi risalenti ai secoli precedenti a quelli della narrazione, elevandoli a protagonisti assoluti della narrazione, e l’escamotage gli riesce talmente bene da imprimerli nella mente del lettore in modo indelebile aumentando l’interesse per l’epopea che ci si svela innanzi, per i retroscena e per fornendo possibilità illimitate d’espansione per l’autore.
Che dire, a mio avviso siamo al cospetto di un fantasy impedibile. Eccovi quindi la sequenza dei libri in italiano:


I giardini della Luna, 2004






La dimora fantasma, 2005





Memorie di ghiaccio, 2005-2006




La casa delle catene, 2007






Maree di mezzanotte, 2008






Venti di morte, 2010-2011





I segugi dell'ombra, 2013-2013




venerdì 7 novembre 2014

Disfida nr. 10: Essere Melvin di Vittorio De Agrò




Titolo opera: Essere Melvin
Autore: Vittorio De Agrò
Formato: ebook e cartaceo
Genere: Introspettivo -Autobiografico



Sinossi:

Genitori, scuola, amicizie, affetti, impegni tracciano un percorso lungo il quale Melvin, giovane proprietario terriero di origini siciliane, tenta faticosamente di avventurarsi, confliggendo fin da bambino contro aspirazioni e proiezioni familiari che non gli appartengono. 

venerdì 10 ottobre 2014

Disfida nr. 9: Liberami, disse l'uomo di Davide Bonvicini

Link Acquisto Amazon
Link Acquisto epub


Titolo: "Liberami, disse l'uomo”
Autore: Davide Bonvicini
Editore: Narcissus Self Publishing
Genere: Fantascienza
Tipologia: Racconto interattivo / Racconto gioco
Prezzo: 1,49€
SINOSSI


Un mondo perfetto, dove gli abitanti seguono l’unica legge del piacere, da cui solo un uomo è escluso: Cameron K.L. Una malattia lo rende inabile alla connessione globale, la “liberazione”, e lo costringe a vivere ai margini della società. Le sue speranze sono riposte in Jordan A.U., un medico che gli aveva promesso di aiutarlo. Ma quando questi scompare, Cameron si trova davanti a un bivio: accettare la sua condizione, oppure rischiare tutto per cercare Jordan.
Questa e altre scelte saranno a carico del lettore, che alla fine di ogni paragrafo deciderà come proseguire la vicenda, sino a raggiungere uno dei possibili otto finali. E ogni rilettura svelerà nuove, inquietanti sfaccettature, diverse risposte alla domanda “cos’è la libertà?”





NOTE/COMMENTI/FINALITA' DELL'AUTORE

Alcuni dei miei primi commentatori hanno notato qualche somiglianza fra il mio racconto e il romanzo di Huxley. Ho letto "il Mondo Nuovo" solo dopo aver terminato "Liberami, disse l'uomo" - ma questa è un'aggravante, non una giustificazione! I punti di contatto ci sono sicuramente, visto che il mio racconto si inserisce nel filone utopistico/distopico: a me piacciono poco le etichette, quindi lascio giudicare al lettore se la società da me descritta è un'utopia o una distopia.

La differenza fondamentale è che "Liberami, disse l'uomo" è una storia a bivi: la trama cambia ad ogni rilettura, e permette di aggiungere sempre nuovi tasselli al mosaico generale. Proprio per questo non aggiungo nulla alla presentazione: lascio che sia il lettore a scoprire i personaggi, la vicenda, l'ambientazione... in quella che possiamo definire una sfida all'autore!



BIG DA SFIDARE





Aldous Huxley, Il Mondo Nuovo
















lunedì 22 settembre 2014

Ebook: Pan - Francesco Dimitri

Link Acquisto Amazon 
Link Acquisto Epub



Oggi vi presento “Pan” di Francesco Dimitri, ottimo ebook al prezzo simbolico di 0,89 Euro, imperdibile.
Era parecchio tempo che desideravo leggere il romanzo di uno degli autori più promettenti del panorama italico. Sono passati anni dall’uscita di questo romanzo e nel frattempo Dimitri “ha fatto carriera” anche se sono in molti a ritenere che non abbia più raggiunto i livelli del suo romanzo d’esordio. Non avendo letto i seguenti non ho materiale per aderire o meno a questa tesi, ma sicuramente Pan è un ottimo testo.

venerdì 12 settembre 2014

Saggio: I Poteri dell'Ipnosi di Simon Edmunds

Link Acquisto Amazon



I Poteri dell'Ipnosi
Per lo sviluppo delle facoltà ESP: viaggio nel tempo, 
chiaroveggenza, precognizione, psicometria


Descrizione:

l'ipnosi è uno stato particolare della mente, che la rende suscettibile alla suggestione. Nelle dimostrazioni teatrali, si vedono soggetti che obbediscono ciecamente ad ordini e suggestioni impartiti dall'ipnotista, come nuotare, sentirsi ubriachi, partecipare ad una gara, o magari amare una partner meravigliosa. Ebbene, tali esibizioni sono autentiche. È infatti accertato che quasi tutti, con tecniche diverse, possono venire ipnotizzati. Una volta posti in tale stato, è anche facile risalire alle origini delle malattie dei soggetti e trovarvi i rimedi più adatti. Si possono inoltre indurre suggestioni postipnotiche. per dissuadere i soggetti dal fumare, dal bere e così via. L'ipnosi ha pertanto anche una grande utilità terapeutica.
È possibile inoltre far ricordare esperienze dimenticate, o addirittura far regredire il soggetto ad esistenze precedenti. Vi è poi il fenomeno dell'autoipnosi, che il libro, tratta ampiamente, e infine la possibilità di risvegliare e attivare attraverso l'ipnosi delle facoltà paranormali, quali la chiaroveggenza, la telepatia, la precognizione, i viaggi nel tempo e simili. Ed è proprio su quest'ultimo meraviglioso argomento che l'Autore incentra la parte più importante del libro.


Commento:

Che dire, sono rimasto profondamente deluso da questo volumetto. Certo, lo studioso ci porta a conoscenza di molti casi concreti da lui studiati e sondati, ci fornisce quelli che sono i suoi convincimenti dopo una vita passata a studiare casi di facoltà ESP (percezioni extrasensoriali) e di quelle che sono le metodologie che ha affinato e che intende adottare per le sue prossime ricerche, ma dalla quarta di copertina del libro mi attendevo di trovare ben altro. I casi trattati sono sicuramente interessanti e capaci di far riflettere poiché tutti “accertati scientificamente”, ma ne risulta una trattazione didascalica che poco aiuta un neofita deciso ad apprendere i rudimenti dell’ipnosi. Peccato perché la prosa dell’autore è scorrevole e piacevole, capace di chiarire al neofita concetti anche complessi senza troppe difficoltà.
Purtroppo l’argomento dell’autoipnosi che doveva essere “la parte più importante del libro” si riduce alla constatazione che solo pochi riescono a raggiungere questo stato di grazia, e solo dopo anni di sedute con qualche ipnotista. Quindi cari i miei amici autodidatti, volgetevi altrove se volete trovare qualche tecnica da sperimentare in prima persona.
Insomma un testo che si sminuisce in una narrazione sterile di eventi e fatti filtrati dall’autore e da lui interpretati con gli occhi di uno studioso accademico poco incline all’”incanto” e alla “meraviglia”.
Una lettura rapida e indolore quindi, che non fornisce però neppure gli spunti necessari per un approfondimento della materia.
In giro deve esserci di meglio!

venerdì 5 settembre 2014

Disfida nr. 8: Il lato oscuro dei frutti di mare di Giovanni Nikiforos

Link Acquisto Amazon
Link Acquisto epub




Titolo: Il lato oscuro dei frutti di mare
Autore: Giovanni Nikiforos
Formato: ebook
Genere: Fantascienza umoristica
Prezzo: 2.99
 









Sinossi:
Può uno scalcagnato gruppo di malviventi, con esigue risorse e alleati inaffidabili, sfidare uno dei più terribili e potenti criminali del cosmo? Leggendo Il lato oscuro dei frutti di mare parrebbe di sì. Ma lesito dellimpresa è tuttaltro che scontato e la narrazione ci condurrà attraverso una girandola di avventure eroicomiche che si dipana lungo il filo di una vendetta. 

sabato 23 agosto 2014

Ebook: La Via dei Re - Brandon Sanderson

Link Acquisto Amazon
Link Acquisto epub


Attenzione, attenzione, Signore e Signori, ci troviamo innanzi ad una delle migliori opere di fantasy degli ultimi anni.
“La Via dei Re” di Brandon Sanderson è un capolavoro che porta prestigio al fantasy moderno e dovrebbe avere la forza per rilanciarlo, spazzando via vampiri, angeli e teenagers diafani e bellocci.

domenica 17 agosto 2014

Disfida nr. 7: Il Tramonto della Luna - Le origini della notte di Andrea Micalone

Link Download Gratuito




Titolo opera: Il Tramonto della Luna - Volume Primo - Le origini della notte

Autore: Andrea Micalone

Formato (ebook e/o cartaceo): ebook

Genere: Fantasy

Prezzo: Gratis

Sinossi: In un mondo post medievale dove le alleanze tra i regni sono perfettamente disciplinate dall’Alleanza degli Alti Patti e la magia viene regolamentata da leggi ben definite, nasce un ragazzo, Levar Erloken, che possiede tutti i poteri magici esistenti. Immediatamente molti iniziano a parlare della nascita del Prescelto e Salvatore, del compimento delle Profezie, e dell’imminente avvento del Male. Il mago Ellendar però non crede a tutto questo, prende il giovane sotto la sua ala protettiva e ne fa in segreto il suo apprendista. Per l’investitura ufficiale i due si devono recare allora assieme nella capitale del regno degli Uomini, ma nel tragitto incontrano Aknaren Ovrindol, amico di Ellendar, che involontariamente li fa rimanere imbrigliati negli intrighi di palazzo della grande città degli Alti Nani. Nel frattempo si viene ad apprendere che nel nord i Nani Grigi sono stati attaccati all’improvviso da una misteriosa orda di creature. Alcuni ritengono che questo sia proprio il Male di cui parlano le profezie e in questi scontri rimangono coinvolti molti Generali dei regni delle Razze Senzienti, compreso Airalos Salindar, Primo Generale degli Uomini, col suo sottoposto Enestar Meurovir. La cittadina di Bardumillar viene intanto ritrovata vuota. Tutti i suoi seimila abitanti sono misteriosamente scomparsi. Sta per iniziare un incubo che porterà i regni del Norrendal sull'orlo del disastro. Intanto c'è chi trama nell'ombra un piano perfetto, che porterà ad una mostruosa conclusione.

Note/commenti/finalità dell'Autore: L'idea di questa saga è tutta fondata sul finale di questo primo volume. Non posso fare spoiler, ma la domanda da cui tutto si diparte è: cosa accadrebbe in un mondo realistico se arrivasse davvero qualcuno destinato a salvarlo? La trama in partenza è nello stile del fantasy più classico, ma con il progredire degli eventi tutto assume contorni molto più forti e realistici. I dubbi del giovane prescelto sulle proprie capacità diventano così solo marginali questioni adolescenziali di cui i politicanti non si curano e i "grandi condottieri" sono permeati di morali ottuse ed egoistiche. I mali interni ai regni e agli uomini sono più grandi e terribili anche dei demoni misteriosi che assediano il mondo.

BIG Vs Indie:



BIG da sfidare: Terry Brooks

Link Acquisto Amazon
Link Acquisto epub



giovedì 7 agosto 2014

Ebook: Cuore di Tenebra - Joseph Conrad


Link Acquisto Amazon
Link Acquisto epub
Ho deciso di colmare alcune lacune vergognose che mi porto avanti dai tempi del liceo… è tempo di prendere in mano i grandi classici della narrativa da me sempre evitati come la peste bubbonica.
Non certo mattoni dove l’avventura e lo spirito di evasione che permea questo blog non siano presenti, tranquilli.
Da dove iniziare? Beh, avete letto il titolo quindi già lo sapete: Cuore di Tenebra di Joseph Conrad (acquistabile peraltro a meno di 1 Euro!).

martedì 22 luglio 2014

Fumetto: Dragonero nr. 14 - Lo Sguardo della Bestia

Link Acquisto Amazon


Un numero questo che contiene sia il finale della storia iniziata da “Nato dalle fiamme”, che uno spin off su Reykart, il capo dei Bestiarii.
Devo dire che mentre la parte conclusiva della vicenda del giovane Drago non mi ha entusiasmato, né per quanto riguarda la trama, né per le tavole spesso troppo spartane, la seconda metà, quella dedicata allo sfigurato Bestiario mi è parsa decisamente ben fatta. Sarà che di mio ho un debole per i personaggi che inglobano buoni&cattivi sentimenti, decisamente più credibili rispetto agli eroi senza macchia come il nostro Dragonero, ma questo Reykart meriterebbe di trovare altri spazi all’interno di questa Saga.
Bello scontro quello con il Coriaceo. Pur trattandosi di una semplice battuta di caccia è risultata decisamente più evocativa rispetto a quella al leggendario Dragone!
Ultima cosa, vi segnalo l’imminente uscita di un volume speciale, intitolato "La Prima Missione", tutto a colori e di ben 128 pagine.

Uscita prevista: 31/07/14.  

Parlando di draghi mi torna alla memoria uno dei primi libri che lessi, il mitico:



DRAGONLANCE di Margaret Weis


venerdì 18 luglio 2014

Saggio: I Quattro Accordi di Don Miguel Ruiz

Link Acquisto Amazon
Link Acquisto epub




Oggi vi stupirò sottoponendovi un testo che esula dalla letteratura d’evasione vera e propria, ma che certamente rientra a pieno titolo fra le opere capaci di far vagare il pensiero umano verso orizzonti ignoti, senza dover abusare di sostanze stupefacenti.
Faccio questa lunga e tediosa premessa per sottolineare l’utilità che hanno questa tipologia di testi anche per chi desideri approcciarsi alla scrittura di opere di narrativa. A mio parere non c’è nulla di meglio per caratterizzare un personaggio che appioppargli una bella filosofia di vita preconfezionata.
Anche per questo mi balocco spesso con testi e saggi delle più disparate religioni e affini. Utilissimi quindi non solo per una crescita personale.

Cito:
Gli esseri umani vivono in un perenne stato di sogno. Sognano quando il cervello dorme, ma anche quando è sveglio. Hanno saputo creare un grande sogno esteriore, il "sogno della società", costituito da innumerevoli sogni personali, familiari e di comunità. Questo sogno esteriore possiede una grande quantità di regole che ci sono state inculcate fin dalla nascita. Abbiamo così imparato come comportarci in una data società, cosa credere, cosa è bene e cosa è male, bello o brutto, giusto o sbagliato. Non abbiamo scelto queste credenze e queste regole; ci siamo nati e le abbiamo apprese secondo un processo di "addomesticamento" in cui le informazioni sono passate dal sogno esteriore a quello interiore, andando a formare il nostro personale sistema di credenze. A questo punto non c'è più bisogno di "istruttori" esterni, giacché diventiamo noi stessi i nostri giudici. Tutto ciò che crediamo su noi stessi e sul mondo rientra in quel sogno interiore, che tuttavia ci è giunto dall'esterno e che ci impedisce di vederci per come siamo veramente.”


Il buon Don Miguel Ruiz, autore dell’opera, è uno sciamano che ci farà scoprire gli insegnamenti dei Toltechi (un popolo nativo americano
dell'epoca precolombiana che dominò gran parte del Messico centrale tra il X ed il XII secolo), dei quali lui è un discendente purosangue.
Quattro accordi che permettono di trovare la felicità e di infrangere le barriere autolimitanti che ci imponiamo. Nulla di più semplice, se non che per riuscire a prestarvi fede, nella società in cui ci troviamo a sguazzare, saremo costretti a fare veri e propri miracoli.
Certo, miracoli di buon senso in realtà, ma pare che oggi il buon senso non vada più di moda…
Eccole qui le quattro chiavi della felicità:
  • sii impeccabile con la parola (la parola è il potere con cui creiamo il mondo che ci circonda. Usata bene permette di ricreare il paradiso, ma usata male trasforma il sogno esteriore nell'inferno);
  • non prendere nulla in modo personale;
  • non supporre nulla (non puoi conoscere il sogno interiore delle altre persone, quindi non creati immagini di esso, che non possono essere che fuorvianti);
  • fai sempre del tuo meglio.


Una vera rivoluzione contro tutto e contro tutti, che però dovrebbe portare alla felicità personale. Sicuramente a un rafforzamento del proprio carattere e ad un innalzamento rispetto al pensar comune, alle mode, ai pacchetti preconfezionati di giudizi.
Ruiz sostiene che se tutti provassero a compiere questo cammino non ci sarebbe neanche il rischio, a mio avviso decisamente concreto, che le quattro chiavi portino a un egoismo/egocentrismo marcatissimo. Mi pare sia questo il tallone d’Achille della costruzione teorica dell'autore, ma io (al momento) non ho il potere di consultarmi con gli spiriti, purtroppo.
La via proposta può condurre alla felicità personale, ma a discapito di quella altrui poiché tende ad eliminare le “mediazioni” ed i compromessi. Ma, forse, a ben vedere le mediazioni non sono altro che facili soluzioni per non scontentar nessuno, e che parimenti non portano reale felicità a nessuno.
Forse i Toltechi questo già lo sapevano…
Ad ogni modo tentar non nuoce XD

giovedì 10 luglio 2014

Film: 47 Ronin

Link Acquisto Amazon
47 Ronin è un film del 2013 diretto da Carl Rinsch e con protagonisti Keanu Reeves, Cary-Hiroyuki Tagawa, Hiroyuki Sanada e Rinko Kikuchi. La sceneggiatura del film, scritta da Chris Morgan e Hossein Amini, si basa sulla vera storia dei quarantasette Rōnin.
I Quarantasette Rōnin erano un gruppo di samurai al servizio di Asano Naganori, rimasti senza padrone (e quindi divenuti rōnin), dopo che il loro daimyō venne costretto a commettere seppuku (il suicidio rituale giapponese) per aver assalito il maestro di protocollo dello Shōgun, reo di averlo insultato.

giovedì 3 luglio 2014

Fumetto: Dragonero nr. 13 - Nato dalle Fiamme

Link Acquisto Amazon

Ed eccoci giunti al nr 13. Qualcosa di grosso bolle in pentola e lo si desume dal fatto che questo numero risulta essere solo un lungo preambolo in attesa del nr 14.
Un drago si affaccia nelle terre dell’Impero, portando scompiglio e facendo presagire una rottura del patto secolare sigillato fra i rettiloni e gli uomini che prevedeva per le creature alate la rinuncia ad interessarsi alle vicende umane.
Allora che diavolo ci fa quel bestione nei possedimenti imperiali? La creatura alata imperversa nelle lande civilizzate, seppur ad averla portata in loco sono state le ricerche scriteriate di un esploratore che avrebbe potuto evitare di prelevare l’uovo dalle lontane terre di un continente perduto.
Il numero è tutto incentrato sul dragone e sulla presentazione in pompa magna dei Bestiarii, personaggi tosti, cacciatori di mostri e tesori, spietati e brutali. Indubbiamente di mio gradimento, caratterizzati anche visivamente in modo elaborato e gradevole: facce tumefatte, tatuaggi, pezzi di ferraglia nelle carni, elmi fatti da teschi di animali, insomma dei damerini niente male… ah, dimenticavo, usano come battitori una coppia di algenti!
Una chicca i ricordi di Gmor quando calzava le vesti del monaco di clausura tutto dedito allo studio, con tanto di occhialetti da intellettuale XD.
Mancano pochi giorni all’uscita di “Lo Sguardo della Bestia“ nel quale scopriremo finalmente cosa voglia il neo nato drago dal nostro paladino, nonché di vedere finalmente in azione questi Bestiarii, tanto decantati in questo capitolo, sperando che non siano tutto fumo e niente arrosto.
I Bestiarii mi hanno riportato alla mente una compagnia mercenaria incontrata sul mio cammino letterario: La Compagnia del Corvo di James Barclay. Bei ricordi.




Link Acquisto Amazon
Link Acquisto epub

giovedì 26 giugno 2014

Film: Space Pirate Captain Harlock

Link Acquisto DVD Amazon

Titolo originale: Space Pirate Captain Harlock
Genere: Animazione
Regia: Shinji Aramaki
Trama:
Capitan Harlock è l'unico uomo rimasto ad opporsi alla corrotta Coalizione Gaia ed a cercare di impedire l'estensione del suo dominio all'intero mondo intergalattico. Deciso a vendicarsi contro coloro che hanno fatto del male sia a lui che a tutto il genere umano, il misterioso pirata dello spazio erra nell'universo sulla sua astronave da guerra, l'Arcadia, attaccando spavaldamente e saccheggiando le navi nemiche.
Il capo della flotta di Gaia, Ezra, cerca un modo per neutralizzare la minaccia e impedire al coraggioso capitano di contrastarlo.
Harlock guida la sua leale ciurma in una rischiosissima missione: disfare i "nodi del tempo" e riportare la Terra ad un'epoca in cui era ancora abitata dall'uomo. È l'anno 2977 e 500 miliardi di esseri umani dispersi nell'universo desiderano ardentemente fare ritorno a quel pianeta che ancora sentono come la propria casa.
Il ribelle Harlock e la sua truppa fidata sono la sola speranza per il genere umano di poter un giorno raddrizzare tutti i torti subiti dalla Coalizione.


Commento:
Iniziamo con il confessare che non ricordo nulla della serie animata della mia infanzia, quindi non saprei dire se il film la riprenda/approfondisca/stravolga. Poco male. Quel che conta in questa sede è che il film mi è piaciuto. Parecchio anche, e non solo per l’ambientazione cupa e a dir poco mozzafiato. Immagini capaci di coinvolgere appieno anche senza il 3D, garantito. Eppure non sono solo le scenografie maestose a rendere Capitan Harlock un Signor film. Trama e personaggi si integrano alla perfezione con l’impianto scenico originando una pellicola interessantissima.
L’Arcadia è un personaggio vivo, a se stante, dotata di pari carisma rispetto al proprio capitano, che risulta essere tutt’altro che un eroe privo di macchia. Un uomo ossessionato da un’idea che potrebbe rappresentare la salvezza dell’umanità, ma che in caso di un suo errore di valutazione, ne causerebbe l’estinzione.
Una sorta di profeta (oltre che un vero ecoterrorista ^_^) al quale non si può far altro che donare la propria fede incondizionata oppure tenersene alla larga.
La cosa che mi ha colpito (positivamente) è che anche i suoi “avversari” diretti basculano fra azioni riprovevoli e slanci di eroismo, contribuendo a donare allo spettatore un certo imbarazzo nel tifare spudoratamente per l’uno piuttosto che per l’altro.
Un mix di sentimenti quindi che donando alla pellicola una profondità ben superiore a quella che ci si sarebbe potuti attendere, per non parlare ovviamente dei temi trattati che ci riguardano tutti direttamente: lo sfacelo dell’ecosistema terrestre, l’ipocrisia delle autorità capaci di stravolgere la realtà dei fatti con messinscene volte a mantenere mansuete le folle, la pericolosità (e al contempo la purezza) di tutti i fondamentalismi.

Insomma, una visione molto soddisfacente e che consiglio a tutti, perché riesce a racchiudere azione e sentimento ed aiuta a riflettere su temi che prima o poi andranno affrontati se non vogliamo ridurci anche noi a vagare nello spazio privi di una patria cui poter tornare. 

lunedì 2 giugno 2014

Disfida nr 6: L'Amore conta di Carmen Laterza

Link Acquisto Amazon
Link Acquisto Epub





Titolo opera: L’amore conta
Autore: Carmen Laterza
Formato: ebook e cartaceo
Genere: Narrativa contemporanea
Prezzo: ebook 2,99€ – cartaceo 10,90€












Sinossi:

E se tradire fosse necessario? Se servisse davvero a capire che in fin dei conti si tradisce solo ciò che si ama? Irene è sposata da due anni, Luca è un marito un po' assente ma innamorato, eppure lei si sente inquieta, insoddisfatta; alla soglia dei quarant’anni le sembra che la vita le stia scivolando via. Una notte, un po’ per noia e un po’ per curiosità, decide di iscriversi a Meetic, un sito di incontri. Comincia così una doppia vita, scandita dall’alternarsi di appuntamenti clandestini, a volte grotteschi altre al limite del perverso, che la condurranno ad allontanarsi da tutti gli affetti più cari. Incastrata in una vita in cui ormai non si riconosce più, tra un matrimonio che sta per crollare, un difficile rapporto col padre e la sempre più incalzante necessità di sentirsi libera, Irene intraprende una sorta di educazione erotico-sentimentale fino a perdersi completamente alla ricerca di una maturità emotiva e personale. Sarà l’amore a ritrovarla, quello che si prova per gli altri e per sé stessi, perché nella vita “l’amore conta, e sa contare”.
L’amore conta” è un romanzo sul desiderio e sul disprezzo, sul confine tra il giusto e l'immorale, in bilico tra il regno della perdizione e quello della salvezza.


Note/commenti/finalità dell'Autore:

Come spesso capita ho iniziato a scrivere questo libro per dare voce ad una personale inquietudine esistenziale, ma a mano a mano che scrivevo la protagonista, Irene, ha preso vita e si è distaccata da me, per scelte e idee.
Ed è stato meglio così.
Perché noi donne possiamo avere caratteri diversi e possiamo fare scelte diverse, ma tutte, proprio tutte, almeno una volta nella vita ci siamo sentite arrabbiate, deluse, insoddisfatte o non capite.

BIG da sfidare:

Link Acquisto Amazon
Link Acquisto epub




Non ti muovere di Margaret Mazzantini


(non per la trama, ovviamente, ma per il target di riferimento, l’analisi psicologica e lo stile intenso)