venerdì 12 settembre 2014

Saggio: I Poteri dell'Ipnosi di Simon Edmunds

Link Acquisto Amazon



I Poteri dell'Ipnosi
Per lo sviluppo delle facoltà ESP: viaggio nel tempo, 
chiaroveggenza, precognizione, psicometria


Descrizione:

l'ipnosi è uno stato particolare della mente, che la rende suscettibile alla suggestione. Nelle dimostrazioni teatrali, si vedono soggetti che obbediscono ciecamente ad ordini e suggestioni impartiti dall'ipnotista, come nuotare, sentirsi ubriachi, partecipare ad una gara, o magari amare una partner meravigliosa. Ebbene, tali esibizioni sono autentiche. È infatti accertato che quasi tutti, con tecniche diverse, possono venire ipnotizzati. Una volta posti in tale stato, è anche facile risalire alle origini delle malattie dei soggetti e trovarvi i rimedi più adatti. Si possono inoltre indurre suggestioni postipnotiche. per dissuadere i soggetti dal fumare, dal bere e così via. L'ipnosi ha pertanto anche una grande utilità terapeutica.
È possibile inoltre far ricordare esperienze dimenticate, o addirittura far regredire il soggetto ad esistenze precedenti. Vi è poi il fenomeno dell'autoipnosi, che il libro, tratta ampiamente, e infine la possibilità di risvegliare e attivare attraverso l'ipnosi delle facoltà paranormali, quali la chiaroveggenza, la telepatia, la precognizione, i viaggi nel tempo e simili. Ed è proprio su quest'ultimo meraviglioso argomento che l'Autore incentra la parte più importante del libro.


Commento:

Che dire, sono rimasto profondamente deluso da questo volumetto. Certo, lo studioso ci porta a conoscenza di molti casi concreti da lui studiati e sondati, ci fornisce quelli che sono i suoi convincimenti dopo una vita passata a studiare casi di facoltà ESP (percezioni extrasensoriali) e di quelle che sono le metodologie che ha affinato e che intende adottare per le sue prossime ricerche, ma dalla quarta di copertina del libro mi attendevo di trovare ben altro. I casi trattati sono sicuramente interessanti e capaci di far riflettere poiché tutti “accertati scientificamente”, ma ne risulta una trattazione didascalica che poco aiuta un neofita deciso ad apprendere i rudimenti dell’ipnosi. Peccato perché la prosa dell’autore è scorrevole e piacevole, capace di chiarire al neofita concetti anche complessi senza troppe difficoltà.
Purtroppo l’argomento dell’autoipnosi che doveva essere “la parte più importante del libro” si riduce alla constatazione che solo pochi riescono a raggiungere questo stato di grazia, e solo dopo anni di sedute con qualche ipnotista. Quindi cari i miei amici autodidatti, volgetevi altrove se volete trovare qualche tecnica da sperimentare in prima persona.
Insomma un testo che si sminuisce in una narrazione sterile di eventi e fatti filtrati dall’autore e da lui interpretati con gli occhi di uno studioso accademico poco incline all’”incanto” e alla “meraviglia”.
Una lettura rapida e indolore quindi, che non fornisce però neppure gli spunti necessari per un approfondimento della materia.
In giro deve esserci di meglio!

Nessun commento:

Posta un commento