martedì 13 maggio 2014

Libro: L'Apprendista Assassino di Robin Hobb

Link Acquisto Amazon
Link Acquisto ebook




Descrizione: 

Parliamo di Robin Hobb e del primo volume della saga dei Lungavista. Si tratta di un low fantasy, diciamolo subito, quindi non un genere che mi faccia impazzire, ma visto che si dice un gran bene dell’autrice in questione ho voluto provare.
Devo dire che a conclusione delle 361 pagine di ebook, opto per abbandonare la saga. Intendiamoci, non che L’apprendista assassino sia scritto male, ne che manchino aspetti interessanti, ma ritengo ci sia di meglio in circolazione. La prosa dell’autrice è ottima e fluida e al contempo evocativa, nulla da ridire. L’attenzione è però troppo focalizzata sulle emozioni vissute dal protagonista negli anni del suo sviluppo a discapito di quello che accade nel Regno in cui vive. E’ un peccato perché la storia dell’universo immaginario creato dalla Hobb passa troppo in secondo piano, almeno per i miei personali gusti.
Il mistero delle navi rosse e dei “forgiati”, la trovata dell’Arte e dello Spirito, il fatto che alcuni dei personaggi principali facciano uso di droghe per potenziare le proprie capacità e qualche personaggio ben riuscito (Burrich e Umbra su tutti) non sono stati sufficienti a catturare la mia attenzione al punto da farmi proseguire nella serie.
Il fatto stesso che il protagonista (che descrive il tutto in prima persona) sia un assassino e in quanto tale si discosti dal classico eroe buono e immacolato, avrebbe potuto essere sfruttato meglio a mio parere, invece almeno in questo primo volume l’autrice si perde in lungaggini ridondanti sulla sua formazione alla corte di Re Sagace e sulle sue infatuazioni adolescenziali.
Il mio è un parere personalissimo, intendiamoci. Forse ho sbagliato il target di riferimento. Io preferisco romanzi epici, controversi magari in cui il bene e il male si mescolano e si contaminano, e comunque di più ampio respiro. Ad ogni modo vi sottopongo una bella sfida Big vs Indie.

BIG VS Indie
L'Apprendista Assassino di Robin Hobb viene sfidato da Il Nuovo Quarto di Andrea Zanotti (in download gratuito qui)

Link Acquisto Amazon
Link Acquisto Epub


I due romanzi hanno in comune solo il fatto di avere un io narrante, ma non è cosa da poco nel mondo fantasy, dove questa tecnica viene utilizzata poco. In entrambi i casi è il protagonista stesso a descrivere gli eventi, ma in contesti diametralmente opposti.

A voi le valutazioni quindi!   

Nessun commento:

Posta un commento